Our Philosophy

 

Da quando l'uomo abitava le caverne, la pittura è stata il suo strumento per tentare di evocare l'immagine di un desiderio: l'invisibile.

Accompagnandolo nella sua evoluzione la pittura si è data strumenti sempre più efficaci per realizzare questo intimo sogno che è probabilmente l'aspirazione ad essere artefice, parte attiva nella creazione del proprio destino e del mondo. Questo impulso caratterizza da sempre l'attività artistica sia nel prevalere dell'aspetto rituale e magico della pittura primitiva che in quello più razionale, ironico e giocoso che è tipico per esempio della pittura settecentesca.

Lo Studio Delphi vorrebbe conservare nel suo lavoro entrambi i caratteri: quello più ottico e razionale legato all'apparenza, all'illusione e all'inganno e quello più evocativo e magico vicino al mistero e alla spiritualità dell'uomo. Il trompe l'oeil utilizza la prospettiva con il fine di disorientarci con un'illusione ottica capace di farci immaginare, vedere, evocarci spazi, volumi, ambienti, figure che non esistono ma che sembrano presenti. Per realizzare questo obbiettivo è necessario appropriarsi precedentemente di molti aspetti dello spazio scelto (aspetti formali ed architettonici ma anche estetici ed emotivi). E' dall'analisi complessa di questi aspetti che nasce la scelta del punto di vista privilegiato, la struttura prospettica del trompe l'oeil e il suo soggetto. La fase progettuale è perciò un momento che il nostro Studio ha scelto di seguire con particolare cura. Per questo motivo la progettazione è diventata punto di forza dello Studio Delphi e le sue realizzazioni manterranno sempre quelle caratteristiche di unicità che solo un lavoro concepito ad hoc può avere.

Lo Studio Delphi si avvale anche della precisione ottica che solo l'elaborazione fotografica e l'uso del computer consentono, per offrire ai suoi clienti un'immagine il più possibile chiara, già nel progetto, del risultato finale dell'opera ambientata. Nelle tre immagini sotto riportate un esempio del passaggio dalla fase ideativa alla realizzazione di un nostro trompe l'oeil:

 

Man's need for evoking the image of his greatest wish -representing the Invisible- dates back to prehistory when he used to live in caves.

Since then, painting has always been accompanying the evolution of our species, while Man kept developing more and more efficient instruments in order to realize his deepest dream and inmost aspiration, namely, being the maker of his own destiny and of his world, by taking an active part in the act of creation.This is the impulse that governs any artistic activity, from the magical and ritual production of primitive paintings, to the extremely rational and ironic expression of -say- XVIIIth century painting.

Studio Delphi aims at preserving both these characteristics. On one hand the visual and rational aspect relating to appearance, illusion and deceit, on the other the more evocative and magical one, relating to the mystery and spirituality of Man's inner nature. By making use of perspective, the trompe l'oeil technique tries to puzzle us. This optical illusion makes us imagine, see, and evoke spaces, volumes and figures that do not really exist, though appearing real. In order to realize this illusion it is necessary to take to oneself all aspects of the space we will be working on (meaning formal and architectonic elements as well as aesthetic and emotional ones). Through this complex and attentive analysis it is therefore possible to gain a preferential point of view: the perspective structure of trompe l'oeil and its subject. The projecting phase is therefore the moment Studio Delphi will follow with most accuracy. Projecting is the driving force for Studio Delphi. All its creations will be recognizable for their very unique quality, that is, being specially realized according to the clients needs and requests.

Studio Delphi also makes use of photographic and computer elaboration to gain best optical definition and to offer its clients an extremely clear image of what the final product will be. Here below are three images giving an example of the delicate passage from the projecting phase to the realization of one of our trompe l'oeil:

1. Bozzetto del progetto eseguito a mano.

2. Fotomontaggio a computer del bozzetto esecutivo inserito nell'ambiente.
3. L'opera
"Bio-Meditazione"
(Milano-Italia).